Inviare una mail al prof

Spesso gli studenti mi chiedono: “devo scriverle al suo indirizzo privato o a quello universitario?“. Come tanti ho due indirizzi di mail: uno dell’università e uno personale:

  • quello dell’università è corrado.defrancesco@unimore.it e, per i miei gusti, è troppo scomodo da usare e far usare
  • il mio indirizzo mail personale è cordef@gmail.com e su questa mailbox viene reindirizzata tutta la posta che mi arriva nella mailbox universitaria.

Hai quindi già capito che è meglio se scrivi direttamente a cordef@gmail.com

BTW: come mai ho una mailbox con Gmail? Semplice: Gmail è un eccellente servizio ( post Gmail) che mi mette a disposizione ben 7 gigabyte sul server e non mi costa nulla a differenza di Tin.it (che tengo in vita ancora per qualche mese sino alla scadenza del contratto annuale).

? Questo post è un esempio di come un blog, oltre ad essere un ottimo strumento per aprire e mantenere un dibattito con gli studenti su temi attinenti il corso, possa diventare un eccellente repository di informazioni aggiornabili e, soprattutto, a portata di link quando si scrive una mail. Un piccolo ma efficiente strumento di content management system condivisibile a piacere ( caratteristiche di WordPress). E’ in questa ottica (e non tanto in quella inflazionata del diario personale) che il tema del blog verrà trattato nel corso di Nuovi media 2008-2009.

5 commenti

  1. Approvo l’idea di inserire l’argomento blog nella didattica in forma non di diario personale ma di repository di informazioni: è una modalità che può avere sviluppi sia personali sia in ambito aziendale (sapere organizzare le informazioni è sempre una competenza ricercata).
    Staremo a vedere cosa ne uscirà, mi sembra che ci sia stato un forte aumento di qualità e creatività dalla mia “generazione” alla generazione delle attuali matricole.
    Forse ha influito la maggiore conoscenza informatica e delle nuove tecnologie, l’uso o meglio direi l’abuso di tv – pubblicità – media visivi, ma noto una differenza impressionante.
    E’ giusto far lavorare queste menti prima che subiscano l’inevitabile stop che, tranne per alcune professioni particolarmente gratificanti, si palesa nel mondo del lavoro.
    Lo so, sono particolarmente pessimista, ma finora tutti i lavori che ho svolto mi hanno dato grande insoddisfazione, nonostante connessione Internet e nuove tecnologie fossero presenti.

  2. Errata corrige
    Unico neo è l’impossibilità di creare cartelle per smistare la posta: bisogna creare nuove etichette e archiviare le mail desiderate con l’etichetta apposita (non è così intuitivo le prime volte, ma pazienza).

  3. Gmail, oltre che esser gratuito, dalla sua ha uno spazio abnorme rispetto ai concorrenti (misteri della grande G), una registrazione in meno di 5 minuti e un’efficenza invidiabile: un’e-mail spedita a quell’indirizzo arriva dopo qualche secondo (e non dopo qualche ora come con Alice).

    Ottimo il servizio antispam: niente pillole, farmacie online e/o coadiuvanti sessuali, finalmente solo la posta che mi serve!

    Unico neo è l’impossibilità di creare cartelle: bisogna creare nuove etichette e archiviarle sotto quella desiderata (non è così intuitivo le prime volte, ma pazienza).

    Per il resto un buon servizio che consiglio a tutti; permette (al limite) di creare vari indirizzi anche per lavoro e di smistare la posta verso altri account.

    Inoltre, a differenza di Hotmail, consente di scaricare i dati per impostarli nel programma di posta elettronica sul proprio pc (basta aprirlo e scarichi tutta la posta, davvero comodo).

    Marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...