Omicidi in calo a New York

riporta il Corriere della Sera del 2.02.2008: nel 2007 sono stati 494. Tantissimi penso io: poi leggo che la popolazione dell’area è di 8,2 milioni di abitanti e che a NY ci sono 36.000 poliziotti. Sto leggendo il Corriere su carta (abbiamo ospiti e così stamane abbiamo comprato anche il Corriere) e mi dico “guardiamo le fonti“. Così vado a vedere l’articolo di Massimo Gaggi sul sito del Corriere (Il record di New York: 494 omicidi): purtroppo non ci sono link alle fonti. Mi devo arrangiare.

Vado sul sito della Polizia di New York ( New York Police Department) e vedo che esiste una sezione “Crime statistics“: i dati sono aggiornati solo fino al 23 dicembre… Rispetto al 1990 gli omicidi ( murder) sono calati del 74%, le rapine ( robbery) del 76% e i furti in appartamento ( burglary) dell’81% ( City Wide Crime Statistics Weekly). A quel punto dò un’occhiata al New York Times: c’è un articolo di Al Baker del 27.12.2007 (City Is Doubling Police Program to Reduce Crime) e un altro di Thomas Lueck del 31.12.2007 (Low Murder Rate Brings New York Back to ’63). Ritrovo un po’ di numeri letti nell’articolo di Gaggi ma anche sul NYTimes le fonti latitano. Già: ma perché i quotidiani non si abituano a indicare le fonti dei dati che riportano? Boh!

A questo punto ho sempre 3 numeri: 500 (omicidi), 36.000 (poliziotti), 8.200.000 (gli abitanti di New York). Le domande sono tante: cosa posso fare per confrontare la situazione di New York con quella di altre città? Ad esempio, Los Angeles, Rio de Janeiro o Napoli. Anche a Napoli ci sono oggi meno omicidi che 20 anni fa? E quanti poliziotti abbiamo noi a Napoli o in tutta la Campania (5,7 milioni di abitanti)?

Ma mi vengono in mente altri punti interrogativi. Il sito della Polizia di New York l’ho visto e ho trovato varie cose davvero interessanti (non solo sugli stipendi Poliziotto a New York), ma quello della polizia italiana com’è? Mmhhh… Ah già, in Italia abbiamo anche i Carabinieri e poi ci sono anche i vigili (per le statistiche su Napoli dovrei contare anche loro, e non dimenticare i Finanzieri).

Beh hai già capito che queste domande le sto ponendo a te (se sei uno studente di Dati e testi on-line e sei stufo di tener ferma la testa): guarda, confronta, rifletti, fotografa (videate) e commenta. Prova a far stare tutto (immagini, testo di commento, link) in un file pdf di due pagine A4 e imponiti di non metterci più di 2 ore.

5 commenti

  1. Ricevo da ale83ela@tele2.it il seguente commento:

    “Ho trovato, in un articolo pubblicato su Excite.it, alcune risorse web usate in USA che danno informazioni sulla criminalità e che sono state create, in un’ottica di prevenzione, come servizi per il cittadino

    Ecco le risorse segnalate nell’articolo:

    CrimeinDC.org. Questo sito, limitatamente alla città di Washington, segnala su una mappa interattiva tutti i crimini avvenuti, segnalando giorno, orario e tipo di crimine. Sono compresi tutti i tipi di infrazione, dal furto di oggetti in auto, agli scippi, ai furti in casa, fino ad arrivare a risse, accoltellamenti ed omicidi. Poter visualizzare tutto sulla mappa rende chiaro lo stato di sicurezza della città e soprattutto mette in guardia cittadini ma anche turisti dalle strade più pericolose.

    Con meno dettagli sui singoli eventi, ma con un campo d’azione esteso a tutti gli Stati Uniti, è Incidentlog.com: si sceglie lo stato o la città, il tipo di crimine (ma sono compresi anche eventi come suicidi, incendi, o incidenti automobilistici), e la mappa indicherà tutti gli eventi filtrati per data.

    Phillycrime a Philadelphia, Boston-online a Boston, Richmondcrime a Richmond in Virginia sono altri siti che forniscono mappe aggiornate sui crimini commessi. Al di fuori degli Stati Uniti, ci sono servizi simili in Olanda, con Misdaadkaart.nl che segnala oltre 70.000 crimini in tutta la nazione, e in Irlanda, dove Dublincrime.com mappa i soli omicidi nella capitale.

    Ci sono inoltre molti siti statunitensi dedicati unicamente a mettere in guardia da molestatori e violentatori sessuali. I principali sono Mapsexoffenders.com, Alertdude, e Family Watchdog, che segnalano nelle mappe di Google locazioni e informazioni su molestatori, violentatori e pedofili. Vengono indicati i loro indirizzi di casa e di lavoro e si possono visualizzare le foto segnaletiche.

    Tutti i siti che abbiamo indicato non sono realizzati dalle autorità, e funzionano mettendo assieme dati ottenuti da diverse fonti: database federali dei crimini, archivi di polizia o enti locali, elenchi telefonici e registri pubblici, combinati tra di loro ed inseriti nelle mappe di Google Maps.

    In Italia servizi di questo genere ancora non esistono. Un primissimo passo è stato fatto dalla Polizia di Stato che utilizza Google Maps per segnalare le questure ed i commissariati più vicini alla propria abitazione.”

  2. Ho cercato, tramite una ricerca avanzata su Google, una classifica sulle città più sicure e su quelle meno sicure nel mondo.

    Ho trovato prima di tutto una classifica di CQ Press del 2007 (purtroppo riguardante esclusivamente gli Stati Uniti) “City Crime Rankings: Crime in Metropolitan America”, in cui è presente sia una graduatoria delle città più sicure in America (safest rank order), sia delle città meno sicure (most dangerous rank order), sempre in America.

    Detroit (MI) risulta essere la città più pericolosa (è anche da notare però che la sua popolazione è anche di molto maggiore alle città con punteggi più bassi nella classifica), allora sono andata sul sito della città e sul sito della polizia di Detroit e ho trovato l’interessante sezione su Crime Statistics e in particolare sul NIBRS (National Incident-Based Reporting System) all’interno del quale è possibile trovare grafici dal 1994 al 2005, compreso un utile glossario dei termini. Una fonte utilissima anche per imparare a rappresentare al meglio le informazioni.

    La città più sicura pare essere Mission Viejo (CA). Cercando informazioni sulla crminalità in questo paese dell’Orange County, ho trovato un interessante sito che mette a disposizione dati e grafici: City Rating.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...