In paese entri solo se paghi

quando siamo arrivati a Nusfjord (Norvegia) abbiamo detto che bello! L’esclamazione si riferiva al posto, al sole (una volta tanto non pioveva) e al fatto che il parcheggio era gratis.

NUSFJORD > foto del paese

Poi arrivati alla prima casa del paese un cartellino avverte che per entrare bisogna fare il biglietto. Per 50 corone (6 €) ti consegnano un bel dépliant con tanto di cartina e ti danno un patacchino adesivo che ti devi appiccicare sulla manica o sul petto così vedono che hai pagato il biglietto. In cambio puoi visitare un paesino di pescatori tenuto in perfetto ordine e entrare in alcune casette: la pescheria, il negozio, la panetteria, ecc.

Mi sono detto ma chissà se i nostri sindaci lo sanno. Certo, a Venezia, Roma e Firenze far pagare il biglietto ai visitatori sarebbe impossibile. Ma se il paese è piccolo come Nusfjord forse l’idea è replicabile anche da noi con un po’ di slalom tra le nostre 300.000 leggi e leggine. Adesso lo segnalo al sindaco di Chamois ( post Fare la spesa a Chamois) e vediamo cosa ne pensa.

Tornando a Nusfjord, il posto è così attraente che hanno sistemato le casette dei pescatori (rorbu) per ospitare i turisti. Tutto molto essenziale, chiaro e in ordine come puoi intuire dando un’occhiata al sito web e magari alla mappina interattiva davvero esemplare:

NUSFJORD > Rorbu plan

2 commenti

  1. come ha detto DAP, that’s NORWAY…

    ma ho appena saputo che una cosa del genere viene applicata anche a NYC; un amico appena tornato dalla metropoli americana mi ha mostrato un conto dell’albergo nel quale, oltre alla spesa per la camera, viene applicata una tassa di 3 dollari per la permanenza in città…
    morale: un po’ di organizzazione e senso civico.. e i comuni potrebbero iniziare a ripianare al milioni di euro di debiti …

  2. NORWAY RULES!!

    a oslo succede una cosa simile. per i turisti che hanno intenzione di visitare i posti “turistici” appunto, viene fornita la OSLO-PASS (di 3,7,15 giorni) così da poter far risparmiare qualcosina nei vari ingressi di musei e altre attrazioni, e far godere di sconti davvero vantaggiosi in ristoranti che offrono cibi tipici norvegesi.

    quando dico ke la norvegia sembra il paradiso terrestre, un motivo c’è. (e forse + di uno…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...