Con il gasolio a 1,5 euro

i miei costi di viaggio per andare e tornare tra Reggio Emilia e La Magdeleine sono in netta crescita. A 700 km a viaggio e nell’ipotesi di 35 viaggi per anno, finisco per fare 25.000 km all’anno con un consumo di 1.800 litri di gasolio. L’anno scorso (maggio 2007) se ben ricordo il gasolio mi costava 1,10 € contro 1,5 € di adesso. Se è così, andare a Reggio Emilia mi costa adesso 700 € euro in più all’anno (da 2.000 a 2.700 €). Fra un po’ dovrò anche fare il rifornimento di gasolio per casa: 3.000 litri che non oso pensare quanto mi costeranno. Soluzioni? Cinque:

  • pannelli solari: li abbiamo installati l’anno scorso, spero che fra qualche mese la Regione Valle d’Aosta mi dia un contributo sulla spesa sostenuta ( pannelli solari) e poi sulla parte residua c’è la detraibilità fiscale del 55% (in 3 anni)
  • lampadine a basso consumo: costano un occhio della testa però mi consola sapere che consumano molto meno delle altre e qualcuna gratis me l’ha data l’AVIS (in valle c’è questa iniziativa regionale a favore dei donatori di sangue)
  • < 18° in casa: ci siamo abituati a stare con 15° durante il giorno e 17-18° alla sera
  • niente viaggi inutili a Reggio Emilia: mi sta bene dedicare qualche centinaio di ore all’anno per questo blog, non mi sta bene fare 700 km per una riunione o per vedere una persona
  • abbigliamento tecnico e quindi ad elevata termicità, lavabile in acqua fredda, rapido da asciugare e non stiro.

Cosa penso del nucleare? Penso che chi è contro il nucleare dovrebbe essere disposto a pagare un forte sovrapprezzo per finanziare il ricorso a fonti di energia pulita (solare, idroelettrico, eolico). Penso anche che questioni transfontaliere come il nucleare dovrebbero essere decise e armonizzate a livello europeo e non di singoli stati. Ciò detto, tu sei disposto a pagare l’energia (benzina, gasolio, elettricità) di più pur di rinunciare al nucleare?

12 commenti

  1. Grazie Cordef, sono contento di questo post, perchè posso capire cosa ne pensano gli altri.
    Io metto sul piatto 3 questioni:

    La prima è quella che mi fa andare giù di testa e si chiama accisa. Penso che non sia possibile pagare dal 67 al 73 % di tasse sul carburante per autotrazione, scandaloso, detto così sembra poco, ma ragioniamo…metti 20 euro di benzina o gasolio? Benissimo, sappi che 14 vanno allo Stato Italiano. Abbiamo visto tanti governi, di destra e di sinistra, ma nessuno ha detto, diminuiamo l’accisa sui carburanti. Io abbasserei la benzina e aumenterei le sigarette (sono un fumatore). VERGOGNOSO.

    Seconda questione strettamente legata al costo dei carburanti, in Italia non c’è libera concorrenza, si mettono d’accordo in 10 e dicono che la benzina deve costare così e il gasolio così. Uno stato come quello francese invece dice che nel mercato possono entrare tutti, ma la benzina deve essere venduta in un range, poi voi aziende vi fate la competizione dentro questo range. In Italia appena dicono liberalizzare scoppia il finimondo, forse perchè se vai a toccare gli interessi della casta…

    Terza questione, io penso che un paese dell’ Italia debba avere il coraggio di rischiare, non è possibile una situazione del genere, no al nucleare, no ai pannelli solari perchè costano, no all’eolico perchè inquina il paesaggio, no no e no. Ma allora l’energia come la produciamo?
    Io non condivido la scelta di Scajola, io sono uno studente che ammira Rubbia, grandissimo scienziato italiano, premio Nobel. Dall’ Italia è scappato perchè ha capito che qui ci sono troppi interessi e non può far conoscere i suoi progetti, ma basta vedere i progetti sull’energia solare che ha fatto in Spagna, rimarrete a bocca aperta. Cordef poco tempo fa aveva messo i dati sull’ energia rinnovabile, siamo ultimi anche in questo pur avendo un potenziale straordinario, basti pensare a quante ore di sole abbiamo al giorno. Una curiosità, vorrei sapere cosa capiscono Pecoraro Scanio e Stefania Prestigiacomo di ambiente, qualcuno me lo può dire?

    Ok, mi sono sfogato e sono più tranquillo, vorrei concludere dicendo che no, preferisco avere il nucleare e avere i carburanti più economici.

  2. Mamma mia prof quanto la capisco! A casa possediamo tre auto che sono tutte necessarie per spostarci visto che ognuno lavora in un luogo diverso e non ci è possibile organizzarci altrimenti. Due sono a benzina e l’ultimo acquisto è una a diesel…comprata così per risparmiare! Il distributore più vicino a casa mia, in questo paese sperduto, oggi segnala 1,535 euro sia per benzina che per il diesel. E ogni giorno aumenta di 1 centesimo. Bah!

    Per non parlare, come diceva lei, dei riscaldamento. La mia casa è enorme e d’inverno abbiamo sempre scaldato le stanze più necessarie, ma a temperature comunque basse più o meno come lei. Il prossimo inverno non so come faremo…

    Per quanto riguarda, infine, il nucleare, io sono FAVOREVOLISSIMA. Come osservava Marco, la gente che è contro forse pensa che l’Italia sia avvolta da qualche schermo protettivo atmosferico anti disastro? No, lo chiedo perchè se cedesse qualche centrale in Francia, Germania o Svizzera non credo proprio che il danno sarebbe minore che se capitasse in Italia. Bah!

    C’è chi dice che qui non vanno costruite le centrali nucleari perchè in Italia siamo troppo imbecilli (questo il termine usato) e incompetenti per farle funzionare a dovere, che non sapremmo gestirle. Voi che ne pensate?
    Io so solo che mio zio che lavora ai piani alti dell’Eni, mi ricorda sempre che in Italia ci sono tra i migliori ingegneri in circolazione. Io non so se sia del tutto vero, quello che so è che non ci metterebbero l’ultimo venuto…o forse sì?

    Sembrerà un po’ sempliciotto, ma mi sento di concludere con un “speriamo bene…”

  3. Rimanendo in tema di nucleare, i francesi vogliono aprire una nuova centraòe e renderla operativa entro il 2012 (ulteriori informazioni http://www.enel.it/attivita/novita_eventi/archivio_novita/nucleare_generazioni/ ).

    Alcuni siti per il risparmio energetico casalingo (che pure quello incide parecchio sul bilancio familiare):

    Eni ci aiuta a risparmiare il 30% annuo sulla bolletta: http://www.30percento.it/default.htm

    Anche Federconsumatori ha dei validi suggerimenti: http://www.federconsumatori.it/pagina.asp?changepath=istruzioni/energia%20gas/Consigli%20per%20il%20risparmio%20energetico.htm

    Energoclub presenta un piano a tutto tondo (con consigli anche su come risparmiare con la propria auto): http://www.energoclub.it/doceboCms/page/438/risparmio_energetico_consigli_utili.html

    Marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...