Riviste digitali

Sono stato abbonato per anni a Pc Magazine (versione cartacea) e ahimé non tutti i numeri arrivavano… Così quando la rivista è diventata disponibile anche in versione digitale (www.zinio.com) mi sono abbonato e lo sono tutt’ora. Mi sembrava (e mi sembra) conveniente per due motivi: l’abbonamento digitale è molto più economico di quello cartaceo (su cui gravano elevate spese postali), e poi posso portare con me (sul mio Mac) tutti i numeri. Last but not least, in questo modo posso fare ritagli elettronici da proiettare in aula o da inserire nei testi che scrivo.

Detto ciò, non mi abbonerei mai a versioni digitali di riviste di sci o montagna: qui a casa i nostri amici apprezzano molto trovare un po’ di riviste sul comodino di fianco al letto. Se, a causa della quota o della cucina, si svegliano nel cuore della notte possono leggere un po’ e riprendere sonno.

Devo però stare attento alle riviste da mettere a disposizione. Ad esempio, Panorama e L’Espresso sono due settimanali che provocherebbero un aumento dell’insonnia a causa dei temi trattati (articoli deprimenti su fenomeni tipici del nostro povero paese). Meglio allora leggerli in versione digitale. Toh guarda: Panorama digitale è gratis, basta solo registrarsi per poterlo sfogliare on-line e, se necessario, scaricare le pagine che interessano in format pdf (non protetto).

5 commenti

  1. Premetto que il mio parere non é neutrale, visto che lavoro in Zinio, il maggior distributore di riviste digitali al mondo, http://www.zinio.com

    Alcune considerazioni, diciamo spunti:

    *la carta é un prodotto purtroppo sempre piú prezioso, vista la progressiva diminuzione degli alberi.
    * Questo significa che gli editori guadagnano ogni anno qualcosa di meno, perché il prezzo delle reviste rimane sempre lo stesso: se andate in edicola oggi ci sono meno riviste di 5 anni fa.
    *D’altro canto il formato di una rivista, di un libro in generale, esiste da almeno 500 anni, e si é perfezionato a tal punto che non potremo mai abituarci a una pagina web: abbiamo bisogno del Layout, della impaginazione, propria del formato cartaceo.
    *adattare questo formato al digitale puó essere una soluzione per la crisi editoriale, in piú permette di distribuire in tutto il mondo in maniera piú facile, a basso costo, senza abbattere alberi. Si possono raggiungere nuovi lettori.
    *immaginate di andare si google e scrivere “National Geographic, italia, agosto 2005 cammelli” e che vi porti alla pagina 53 della rivista, con foto e tutto, e la possibilitá di comprarla, o di comprare il singolo articolo…
    *Certo, in alcuni posti non si riesce a leggere in digitale, al bagno per esempio ;)- peró i fogli elettronici ora funzionano, sono una realtá che presto sará accessibile a tutti in termini di prezzo, perché potrebbero essere gli stessi distribuitori di riviste ad accollarsi il prezzo del supporto, come fanno i distribuitori di telefonía mobile con i telefonini.

    Questi sono alcuni esempi gratuiti, online, di riviste digitali, non serve installare nessun programma (abbiamo anche una versione “download”, la qualitá é migliore pero alla gente non piace installare i programmi…)


    Presto, spero, Zinio sará anche in Italia.

    Buon anno a tutti!

  2. Mio padre si era abbonato, lo scorso anno, a Premium 24. Insieme all’abbonamento regalavano anche una pen-drive da 128 MB. Forse la chiavetta è stata l’unica cosa buona.
    Il “Sole24Ore è sicuramente una fonte importante e autorevole per tutto quello che riguarda la borsa e la finanza, ma il servizio non è stato all’altezza delle aspettative (almeno secono l’opinione di mio padre, che infatti non ha rinnovato l’abbonamento).
    Le notizie che offrivano si potevano facilmente ritrovare su altri siti finanziari: “BorsaOnline”, Yahoo – Finance” e simili.

    Forse la versione pdf del giornale poteva migliorare, ma ritengo sempre più comoda la versione cartacea per chi, come mio padre e gli altri che lavorano nel settore, legge il giornale dalla prima all’ultima pagina.

  3. Proprio ieri ho ricevuto via mail la pubblicità de Il Sole 24 Ore che mi annunciava una nuova versione online. Siccome la mail non era così chiara, ho “spulciato” un po’ stamattina sul sito http://www.ilsole24ore.com e ho scoperto questo servizio: PREMIUM 24.

    Il payoff è semplice e interessante “Il Sole 24 ore a portata di mouse!”.

    Si tratta di un nuovo servizio in cui si mettono a disposizione articoli di approfondimento consultabili solo online per integrare le notizie del giornale cartaceo; archivi digitali per ricerche e analisi; dossier e dirette web degli eventi speciali; quotazioni in tempo reale; consulenze specialistiche; newsletter e aggiornamenti in tempo reale via email.

    Si tratta però di un servizio a pagamento, 90 € all’anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...