3 commenti

  1. @kobayashi: al momento dell’inserimento il link era perfettamente funzionante.
    Trovo strano che, chi s’interessa tanto per questo popolo oppresso, si dimentichi di pagare la rata annuale al gestore del dominio (a parte che il sito potrebbe esser trasferito e gestito anche su una piattaforma semi-gratuita come WordPress).

    Visto che gli amici del Tibet libero non hanno pagato le bollette vi rimando all’Associazione Italiana Tibet ( http://www.italiatibet.org/ ); qui, oltre che acculturarci sulla cultura tibetana, veniamo anche guidati nelle azioni per sostenere questa popolazione in difficoltà.

    Marco

  2. In Cina le più elementari libertà sono messe a rischio, dal controllo delle nascite alla repressione dei monaci tibetani.

    Nonostante i controlli qualche immagine riesce a passare ma è molto dura e può costare pelle e attrezzatura a chi ci prova.

    Credo che questo sito sia un buon spunto per iniziare ad informarsi: la grafica lascia il tempo che trova ma le notizie sono davvero interessanti http://www.tibetlibero.org/ .

    Buona navigazione a tutti
    Marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...